NIGHTGUIDE INTERVISTA LE KILLIN' BAUDELAIRE

“It Tastes Like Sugar” è il primo lavoro in studio della nuova formazione tutta al femminile delle Killin' Baudelaire. Registrato presso i Magnitude Studios di Seregno (MB), vanta la produzione artistica di Titta Morganti (Mellowtoy), ed è stato pubblicato lo scorso autunno per Bagana Records.
Nightguide ha intervistato le ''Killin' Baudelaire'' per voi.

 
Ciao ragazze. Innanzitutto vorrei chiedervi: perché questo nome?
Il nome Killin' Baudelaire vuole associare il concetto di decadentismo dei temi al sorpasso quasi violento di una generazione che non sentiamo più nostra. Vogliamo, un po' futuristicamente, sorpassare il passato uccidendolo come fosse nostro padre, ma con la consapevolezza di non potercene mai veramente distaccare.
 
Quali sono le ispirazioni che vi hanno portato ad incidere il vostro '' It Tastes Like Sugar”?
Non possiamo elencare le band che ci ispirano semplicemente perché ognuna di noi ha background e gusti musicali completamente diversi. E ciò non è male, anzi, favorisce la creazione di brani originali. 
 
Com'è stato avvalersi della produzione artistica di Titta Morganti?
É stato fatto un lungo e duro lavoro sulle produzioni del nostro primo EP, e l'intervento di Titta è stato fondamentale per dare alle nostre canzoni la veste che hanno ora.É riuscito a dirigere le nostre differenti tendenze in un prodotto più amalgamato e fruibile. Oltre al suo contributo tecnico, dobbiamo ringraziarlo anche per il suo impegno nello spronarci a fare sempre meglio e per la sua fiducia.
 
Il brano che amate di più tra le quattro tracce presenti in esso?
Ovviamente non siamo tutte d'accordo. C'è chi preferisce “Wasted", per il suo essere il nostro primissimo brano, chi "The Way She Wants", per la sua forte carica emotiva e via dicendo.
 
Siete quattro ragazze: com'è il vostro lavoro di squadra?
Non è facile, non siamo quasi mai d'accordo! A parte gli scherzi, nella composizione il lavoro è molto compatto, mentre noi come componenti collaboriamo e ascoltiamo le idee di tutte per poi scegliere la migliore. 
 
Può succedere che sorga un po' di competizione?
Tra di noi, no. É  fondamentale avere fiducia reciproca per far andare avanti un gruppo. Competitività nei confronti di altre band, può capitare, ma sempre in maniera sana. Suonare con band più importanti nel panorama musicale ci serve tantissimo per lavorare su noi stesse, verso un progressivo miglioramento.
 
Artisti donne che per voi sono eleggibili a ''mito rock''?
Lita Ford, Maria Brink, Lzzy Hale.
 
Da dove viene la scelta di fare una cover di Lana Del Rey in chiave rock?
Abbiamo pensato di fare una cover di Lana del Rey in un periodo in cui ci sentivamo particolarmente legate a questa artista, che stimiamo molto. La scelta è ricaduta su "Summertime Sadness" per la sua versatilità: abbiamo pensato che presentasse ottimi spunti per una rivisitazione in chiave 'alternative', oltre che a trattare un tema difficile e sofferente come la maggior parte dei nostri testi.
 
Cosa dobbiamo aspettarci dalle vostre esibizioni live?
Aspettatevi uno show in cui l'aggressività si mitiga con l'emotività, leather pants ma anche capelli fluenti, dolcezza e forza insieme.
 
Parlateci dei vostri sogni e dei vostri futuri progetti.
Il nostro sogno è quello di calcare palchi internazionali e farci conoscere il più possibile. Nell'immediato futuro, lavoreremo al nostro primo full length, le cui canzoni sono già in lavorazione.

 

it tastes like sugar, killin baudelaire

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista il grido

26/04/2017 | leslie-fadlon

E' uscito da poco l'omonimo album de il grido, frutto di un lungo lavoro di ricerca da parte della band, che sente di dover fare un passo avanti rispetto al primo ep, usc...

Interviste

Nightguide intervista marirosa fedele

25/04/2017 | leslie-fadlon

“fragile lacrima” il secondo singolo di marirosa fedele. Il brano anticipa l'uscita del nuovo ep “cuciti gli occhi” prevista per il 7 aprile in tutti i digit...

Interviste

Nightguide intervista rancore

23/04/2017 | leslie-fadlon

Rancore, definito l'autore del “miglior brano rap italiano di sempre” (il fatto quotidiano, michele monina), con milioni di views su youtube, che dopo il tour che l'h...

2445150 foto scattate

15083684 messaggi scambiati

693 utenti online

1103 visitatori online