Edda - Graziosa Utopia


Pubblicato il 24 febbraio 2017 per Woodworm Label e distribuito da Audioglobe, “Graziosa Utopia” è il nuovissimo disco di Stefano Rampoldi, in arte Edda
Il ritorno dello straordinario cantautore milanese si compone di dieci tracce che insieme disegnano uno scenario di emozioni, ambientazioni, sperimentazioni ed essenzialmente un grosso desiderio di amare.
Con testi e musiche originali di Edda, la produzione e l'arrangiamento di Luca Bossi e Fabio Capalbo, il disco è stato registrato presso LaRoom di Vigevano, unendo la voce e la chitarra firmate Rampoldi alla collaborazione con Luca Bossi per basso, chitarre, rhodes, sintetizzatori, tastiere, pianoforte, cori e Fabio Capalbo alla batteria ed ai cori, i musicisti di “Furore Uterino”, band stabile di Edda.
“Graziosa Utopia” giunge dopo sei album con i Ritmo Tribale e quattro dischi da solista ed è un lavoro da cui emerge la maturità di un'artista che affronta nelle proprie canzoni temi di ogni genere, in maniera forte e disperata, colmando i testi di suggestioni, spiritualità, provocazioni e della pienezza del concetto di amore incondizionato. Nelle dieci tracce scelte per comporlo, non c'è un brano omonimo del titolo del disco, ma la ''Graziosa Utopia'' di cui Edda parla è quella corrispondente al percorso dell'autore nella composizione di queste melodie, di questi testi, di queste raffinate ricette melodiche. Non c'è più la rabbiosa protesta caratteristica di dischi precedenti, ma è evidente una sorta di liberazione attraverso cui Edda sembra esser passato e che si realizza attraverso un cosparso senso di leggerezza che impregna i brani di una bellezza capace di trafiggere l'ascoltatore.
''Graziosa Utopia'' si apre con 'Spaziale', i cui cori vedono un primo ospite: Federico Dragogna dei Ministri; il sound esplode in modo lento ma lacerante, parlando di un amore salvifico e bellissimo, cui si è estremamente grati. 'Signora' è uno dei brani che hanno anticipato l'uscita del disco con un videoclip, in cui il tema della fedeltà coniugale si adagia su un pop rock affascinante; lo stesso per la turbolenta 'Benedicimi', brano in cui si tratta il tema per cui ''la peggiore malattia che ho è la voglia di te''. Sofferenza, dolore e passione scorrono su un cantato molto rock.
Segue 'Zigulì', su cui Edda ha detto: ''sembra quasi una canzone per bambini ma dentro c'è il tradimento, la paura di innamorarsi e tante altre cose, compreso “Chi l'ha visto”. 'Brunello' è un brano scuro come il vino da cui prende il nome mentre è caldo e delicato 'Un pensiero d'amore', su cui si adagia quella vicendevole e talvolta dolorosa masturbazione delle anime.
E' violenta negli intenti 'Picchiami', una richiesta di trascendente contatto, come quello de 'La liberazione', che si chiude con una filosofica domanda per cui ''può un cavallo bianco volere veramente la liberazione?''. Incontriamo la chitarra di Giovanni Truppi in 'Arrivederci a Roma', canzone da cantare a piena voce e prosegue lo studio di sonorità che in qualche modo si riconducono alla tradizione italiana anni '70-'80 nell'ultima traccia, 'Il santo e il capriolo', ammirevole prova di una capacità di unire sentimento e consapevole eleganza stilistica. 
L'amore pervade ''Graziosa Utopia'', accompagnando il disco in tutte le tracce che ne compongono la tracklist.
Il sapore di questo disco è onirico e voglioso, coinvolgente e romantico, capace di avvolgere e di stringere a sé chi nelle sue melodie si riesce ad identificare, preso dalla ricerca di un'esistenza il più possibile vicina ad un'utopia definibile dolcemente ''graziosa''.



Queste le date del tour di presentazione di ''Graziosa Utopia'' di Edda, in partenza a Marzo.


03-mar Bergamo - Druso

10-mar Torino - Officine Corsare

17-mar Milano - Serraglio
18-mar Brescia - Latteria Molloy

23-mar Bologna - Locomotiv
24-mar Arezzo - Karemaski

14-apr Sant'Egidio alla Vibrata (TE) - Dejavu

20-apr Roma - Monk

21-apr Pescara - Scumm
22-apr Santa Maria a Vico (CE) - Smav

edda, graziosa utopia, Recensione, woodworm label

Articoli correlati

Recensioni

Tokio hotel - dream machine

12/03/2017 | leslie-fadlon

Si intitola ''dream machine'', il nuovo disco dei tokio hotel, pubblicato il 3 marzo 2017 per sony music. e' in questo modo che torna la band tedesca, con un disco che i ...

Recensioni

Shins - heartworms

12/03/2017 | leslie-fadlon

Il 10 marzo 2017 esce uno degli album più attesi del 2017, secondo rolling stone usa: “heartworms” di the shins. Pubblicato in versione cd, vinile e digita...

Recensioni

Le capre a sonagli - cannibale

12/03/2017 | leslie-fadlon

“cannibale” è il nuovo disco di le capre a sonagli, uscito il 10 marzo 2017 con woodworm label e distribuzione audioglobe. Quello di cui stiamo parlando &egrav...

2445150 foto scattate

14995278 messaggi scambiati

697 utenti online

1110 visitatori online